A SIRACUSA, IL DOLCE GLOCAL DAL SAPORE INNOVATIVO

La Perla di Mandorla di Avola al Moscato di Siracusa doc è un biscotto nel quale coesistono quattro eccellenze del territorio. Esportato in tutto il mondo, nel 2012 ha anche ricevuto il Premio Innovazione per il Sapore. Sapete come lo hanno chiaman

27/05/2013 – 12:41:42 – Fonte: Alice Politi

indietro
A SIRACUSA, IL DOLCE GLOCAL DAL SAPORE INNOVATIVO - Foto 1

Che la pasticceria italiana, siciliana in particolare, sia rinomata in quasi tutto il mondo, questo lo si sa già. Meno risaputo, forse, è che la Sicilia continua a "sfornare" specialità che davvero meriterebbero viaggi (e assaggi) nel segno delle degustazioni più inedite. Uno fra tutti è il caso di "mmmhhuuuhhmmm", la Perla di Mandorla di Avola al Moscato di Siracusa doc, un dolce di mandorla elaborato (e brevettato) da FrancescoSalvatore e Massimo Neri, pasticceri di Siracusa (via Pausania 3, alfioneri@libero.it ) specializzati in dolci tipici siciliani e nella lavorazione della pasta di mandorla.

Proprio nel laboratorio che porta il nome del padre, Alfio Neri, (un indirizzo "di nicchia", che senza l'ausilio di un sito-vetrina, ma con la carta vincente del semplice passaparola, realizza spedizioni in tutto il mondo!) ha preso forma, sulla base di una vecchia ricetta paterna, il prodotto innovativo che lo scorso anno, alla Fiera di Rimini, si è aggiudicato il primo premio del Sapore Innovation Award 2012.
La sua peculiarità? In un solo biscotto coesistono quattro eccellenze del territorio, tutte certificate: la Mandorla d'Avola, il Moscato Doc di Siracusa, il miele degli Iblei e il limone di Siracusa igp. «È quello che potremmo definire un perfetto prodotto glocal», spiega Francesco Neri. «In cui il local è rappresentato dall'uso esclusivo di ingredienti del territorio e il global, dal fatto che viene ordinato e gustato in varie parti del mondo, dal Sudafrica all'Islanda, alla California».

Dulcis in fundo, l'assegnazione, appunto, del Premio Innovazione per il Sapore. «Quando ho ricevuto la telefonata che mi informava dell'assegnazione del premio riminese», racconta Neri «mi sono detto: IncredibilePossibile che un piccolo dolce artigianale sia stato giudicato miglior prodotto "innovativo" sul fronte del Sapore per il canale bar? Come è potuto succedere ciò senza l'appoggio di uno sponsor tecnico, imprenditoriale e/o politico? Ma, alla fine, la grande soddisfazione è derivata dal fatto che abbiamo lavorato tanto su prodotti caratterizzanti del territorio dove da sempre operiamo. Ci abbiamo speso alcune vite; abbiamo (cocciutamente) mantenuto alta l'attenzione sulle filiere, sui prodotti, sulla qualità, investito sul packaging, sulla comunicazione, sulle relazioni personali; abbiamo scovato la ricetta originale di un biscotto a base di mandorla creato da nostro padre; ci abbiamo lavorato, abbiamo sbagliato. Alla fine, dopo quattro anni e centinaia di prove, è uscita dalle mani di Massimo Mmmhhuuuhhmmm, la Perla di Mandorla di Avola al Moscato di Siracusa doc con Miele degli Iblei e Limone di Siracusa igp. In un solo biscotto abbiamo fatto coesistere quattro eccellenze del nostro territorio, tutte certificate. Quel territorio che mai abbiamo avuto in testa di abbandonare, nonostante tutto».

indietro